Seleziona una pagina

Piano proteggi Italia

Presentato il Piano Proteggi Italia: Rilancio per il modello Integrato creato dalla Romeo Gestioni

Piano Proteggi Italia contro il dissesto idrogeologico del Paese.

È il Piano Nazionale per la messa in sicurezza del territorio, presentato dal Presidente del Consiglio.
Il “Piano Proteggi Italia”, prevede risorse finanziarie per il triennio 2019-2021 pari a 10 miliari circa per la messa in sicurezza del territorio contro il dissesto idrogeologico.

Della somma stanziata, 3 miliardi circa sono subito disponibili per l’anno 2019.

I principi su cui si fonda il “piano Proteggi Italia” sono: emergenza, prevenzione, manutenzione e rafforzamento della governance, il “piano” è stato presentato in conferenza stampa dal Presidente del Consiglio Conte è ha tenuto a precisare che è il più grande piano contro il dissesto del territorio mai fatto.

DISSESTO IDROGEOLOGICO

In merito al dissesto idrogeologico urge un cambio di passo, occorre intervenire subito ed evitare di agire solo in presenza di emergenza, l’Italia sotto questo punto di vista è un paese fragile e prevenire è la priorità del Governo.

Nel piano Proteggi Italia, rientra il disegno di legge “Cantiere Ambiente” in cui si stanziano 12 milioni di euro per la progettazione degli interventi di riduzione del rischio idrogeologico e introduce un apparato organizzativo per la progettazione e l’affidamento dei lavori.

Presso il Ministero dell’Ambiente, verrà costituito un hub operativo che andrà a curare e organizzare tutti gli investimenti per interventi di messa in sicurezza contro il dissesto idrogeologico, in difesa del suolo, per la tutela del territorio e delle acque.

In ogni Regione verrà costituito un Nucleo Operativo di Supporto (NOS), composto da tecnici che supporteranno il Commissario di Governo (Presidente di Regione).

Inoltre presso il Ministero, verrà creata una struttura tecnica operativa che in coordinamento con Palazzo Chigi, assisterà la fase progettuale e sarà al fianco dei Commissari.

In tema di manutenzione, il “piano Proteggi Italia” prevede interventi finalizzati alla difesa idrogeologica delle aree montane, agricole e forestali; interventi di salvaguardia delle infrastrutture legate all’agricoltura, gestione forestale sostenibile; recupero dei terreni abbandonati e difesa dei boschi.

Uno degli obiettivi del “piano Proteggi Italia”, è quello di agevolare l’utilizzo dei fondi europei destinati al dissesto idrogeologico attraverso una sinergia tra la Commissione europea, le Regioni italiane e il Ministero per il Sud.

Ogni progetto avrà un cronoprogramma per la sua realizzazione, con un soggetto attuatore e un sistema sanzionatore per chi non rispetterà i tempi.

Questo tipo di coordinamento consentirà di avere effetti e impatti più significativi sia a livello sociale che economico.