Seleziona una pagina

Così Romeo Gestioni inventò il facility management nella pubblica amministrazione

Cos’è il Facility Management

Il facility management, è la disciplina aziendale che riguarda l’insieme dell’erogazione di servizi a strutture complesse che stanno diventando sempre più centrali nell’organizzazione dei luoghi di vita pubblici e privati.

Uno dei promotori in Italia, nell’applicazione del facility management è Alfredo Romeo che vanta una trentennale esperienza ampiamente consolidata che con la Romeo Gestioni S.p.A. (azienda da lui fondata), ha erogato i suoi servizi a Committenti di prestigio quali:

  • Presidenza della Repubblica; Presidenza del Consiglio dei Ministri; Senato della Repubblica; Ministero dell’Economia e delle Finanze; Ministero dell’Interno; Ministero della Difesa; Ministero della Giustizia; Ministero della Istruzione, dell’Università e della Ricerca; Ministero dello Sviluppo Economico; ASL; INPS; INAIL; Aeroporti di Milano – solo per citarne alcuni.

Se oggi pensiamo al facility management ci viene subito in mente una gamma di servizi necessari a strutture o aziende ma anche di spazi, indispensabili per il mantenimento in efficienza degli edifici e della loro completa funzionalità e tutto ciò dipende sempre di più dalle attività di facility management, le quali permettono a queste realtà di fare crescere il loro business concentrandosi sulle attività core.

Si pensi ad esempio alle pubbliche amministrazioni o a quelle realtà che organizzano ogni giorno il vivere quotidiano nelle città come: scuole, uffici, trasporti, verde pubblico, strade, musei, enti territoriali.

Secondo Alfredo Romeo, oggi è quasi un obbligo applicare nella gestione delle pubbliche amministrazione il facility management, soluzioni di gestione sempre più strutturate e personalizzate che vengono offerte dalla Romeo Gestioni o da altre aziende del settore.

Ecco cos’è il facility management.

Ma perché si parla del mercato del facility management come di un mercato dei Servizi alle comunità complesse?

Perché in quanto realtà grandi e organiche, le aziende o gli enti della PA generano molteplici problemi che richiedono soluzioni efficaci, basta pensare a strutture come gli ospedali, gli uffici pubblici, le scuole, le stazioni ferroviarie o della metro dove sono richiesti servizi di pulizia e igiene ambientale – Conduzione impianti tecnologici – Manutenzione edile e impiantistica – Vigilanza e sicurezza – Logistica e trasporti – Gestione spazi verdi – Servizi di pronto intervento.

Ed allora che il facility management laddove è necessario incrementare il benessere dei cittadini diventa un tassello importante, per spingere sempre più verso un’integrazione completa tra aziende pubbliche, private, enti territoriali e istituzioni.

Per Alfredo Romeo le partnership pubblico-private devono diventare un modello al quale ispirarsi, anziché qualcosa da demonizzare per paura o diffidenza.

Il facility management che Alfredo Romeo applica attraverso la Romeo Gestioni, ha un approccio integrato nell’erogazione dei servizi, esso è infatti costituito dai tre aspetti principali:

Strategico – Salva ed esci

che riguarda ogni decisione relativa alla politica di gestione e reperimento dei servizi, di distribuzione delle risorse da impiegare per raggiungere gli obiettivi aziendali come ad esempio la pianificazione e la gestione del budget, la ripartizione dei costi, la scelta dei fornitori.

Analitico –

riguarda la capacità di individuare le necessità dei Clienti Interni concernenti i servizi, il controllo dei risultati della gestione e l’efficienza nell’erogazione del servizio, la capacità di individuare nuovi sistemi e tecnologie che contribuiscano al miglioramento del business aziendale.

Gestionale operativo –

è il coordinamento di tutti i servizi intesi nel suo complesso, l’insieme di sistemi e procedure necessarie all’implementazione o alla riprogettazione dei processi di erogazione.

A parere di Alfredo Romeo Il facility management e i modelli gestionali integrati costituiscono la nuova sfida da affrontare in Italia per dare valore al patrimonio già esistente ma spesso mal gestito.